Sentirlo parlare in quel modo e’ stato illuminante.

Certe cose non dovrebbero essere dette. No. Non c’e n’e bisogno.

Lo so di essere un piano b. Lo sono stata per Lui ed ora per lo sono per Ugo.  Sempre con modalità diverse, con diverse priorità, ma con lo stesso identico risultato.

La sensazione e’ quella di essere spinta fuori  come un’intrusa, come chi si ostina a rimanere quando lo si accompagna alla porta.

Oggi Ugo mi ha fatto capire che non ne valgo la pena.  Esatto.

E  come dargli torto. Perche’ mai avrebbe dovuto fare qualcosa per me?

Alla nostra età nessuno vale tanto.