Cerca

ESTIKAZZI

Chiusa una porta, murala

Mese

luglio 2013

INSOMNIA

Non c’è che dire, fa male.

E non è una questione d’età, d’esperienza, No. E’ che non riesco a dormire.

Lo faccio per un po’, poi mi sveglio. Ne approfitto per pensare. Proprio come adesso.

Il silenzio assoluto, il caldo, i miei pensieri che rimbombano. Sono necessari per ritrovarmi

Cosa ho fatto, cosa ho detto, dove ho sbagliato.

La delusione è un sentimento talmente profondo, viscerale.

Lo localizzo perfettamente, tra lo sterno e la bocca dello stomaco. Un dolore fisico, reale.

E’ proprio li che fa male .Un  male cane.

I suoi messaggi sono tutti li, uno dietro l’altro,quelli in cui mi intima di sparire.

Non li ho cancellati. Non li cancellerò

Una volta al giorno li recupero, rileggo. richiudo. Quasi a rinnovare un dolore, non voglio dimenticare.

Pian piano arretrano , lasciando spazio ai nuovi, quelli del muratore, dell’architetto, dei figli. Ed è cosi che dev’essere. Che molto probabilmente sarà.

Arretrerà  e farò fatica a riconoscerlo tra gli altri.

 

 

 

Annunci

AND SO ON

Avro’ letto i suoi messaggi almeno cento volte.

Quelli in cui mi minaccia, quelli in cui mi intima di non cercarlo, di levarmi dalle palle, di non rompergli  il cazzo.

Usando queste precise parole. E non ho idea di cosa sia potuto accadere.

Solo il giorno prima si progettava una mini fuga in montagna assieme.

Si lo so, ci ho pensato, anzi, ne sono certa.

C’è un’altra.

C’è sempre un’altra.

 

 

 

Dreams

Dovrei attendere un cenno, una parola, un segno, qualcosa insomma.

Invece nulla. Non aspetto perché non servirebbe.

Non serve aspettare, non serve scrivere, non serve parlare. E allora faccio finta che tu non sia mai esistito, che i tuoi occhi li avessi solo immaginati, che il tuo sorriso fosse quello di chissa chi, un tizio capitato da me per caso un giorno, tanto tempo fa.

Ecco, cosi va meglio. E’ cosi che dev’essere.

Resta pure li,confinato in quell’angolo sperduto della memoria.

Fa che io possa chiudere gli occhi e renderti reale ogni volta che voglio.
Sul mio cuscino un attimo prima di addormentarmi.

 

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑