Svegliata all’alba
Penna rosa e il primo pezzo di carta capitato sul comodino. Niente pc. Chissà se sarà mai una mail .
Inizia altro giorno fatto di lavoro e doveri da assolvere. Io un perfetto soldatino.
Tutti contano su di me. Io un po’ meno ma la finzione mi riesce benissimo.
Anni ed anni di allenamento , solitudine e qualche psicofarmaco per reggere lo stress.
Penso cosa possa rendermi un po’ felice in questa vita dimmerda
A parte dare un bacio leggero alla mia piccola donna mentre dorme serena
Immaginare di aprire gli occhi, e ancora assonnata, guardarti, sorriderti mentre ti accarezzo la testa pelata (prima quella che sta sul collo) e smetterla per un attimo di torturarmi.
Chiudere gli occhi per assaporarne il solo pensiero
La felicità e’ fatta davvero di piccole cose