Cerca

ESTIKAZZI

Chiusa una porta, murala

Mese

ottobre 2014

Love, love, love

Però vuoi mettere camminare ad un metro fa terra
Però vuoi mettere essere spesso di buonumore
Però vuoi mettere essere amici e complici
Però vuoi mettere fare anche dell’ottimo,meraviglioso sesso
Qualsiasi cosa sia e’ morbido tenero, dolce e ha anche un ottimo sapore
Il tuo .
Devo smetterla .
Il ruolo della donna innamorata non mi si addice affatto

Annunci

Niente nuvole

Nessuna delle due per ora . Niente tv . Niente musica . Silenzio assoluto .
Troppo rumore nella testa e nel cuore e tanto basta.
Nessuno con cui voler condividere nulla. La solitudine in fondo e’ rassicurante come una calda coperta.
Quella che copre il mio corpo nudo proprio adesso.
Nonostante il caldo e il sole che non smette di splendere .
Pioggia e freddo . E’ questo che mi ci vorrebbe adesso
O un abbraccio

Sunshine

I sentimenti fanno dei giri strani
Prendono strade tortuose, si inerpicano lungo sentieri impervi ed inesplorati
Solo per arrivare al punto di partenza
Non importa quanto a lungo sia rimasta li , in attesa di un gesto, una carezza, un abbraccio
Rimarrei qui tutta una vita solo per vederti sorridere

E non sarebbe mai dovuto accadere

Basterà fare ammenda ed autoflagellarsi con un gatto a nove code?
Basterà essere additata e derisa nella pubblica piazza con una lettera scarlatta cucita sul petto?
Basterà essere allontanata come un’appestata dai miei due unici veri amici?
Sono io, la maestra della dissimulazione, la donna che gioca, che ammicca, che affascina e ammalia.Chiunque.
Un ruolo fatto apposta per me.
Sono quella che le amiche evitano come la peste, a meno che non siano più giovani, più carine e più zoccole di me.
E ieri sera c’era lei, dolce tenera e fragile come un capello. E io la adoro.
E poi Lui, il mio specchio, colui al quale non potrei mai mentire neanche volendo. Noi tre, pronti a raggirare l’idiota di turno.
Non avrei mai voluto farle del male ma l’ho fatto, presa com’ero dall’alcool e dalle parole dell’ennesimo idiota. Che era li solo per lei. Secondo i piani.
Io sicura e spavalda nel mio appartamentino in centro, giocavo a fare la figa, potente e irragiungibile.
Io e il mio lavoro, la mia bella casa, il mio fisico ed il viso che non tradisce l’età che ormai c’è.
Lui mi ha fatto scendere nell’arena, ascoltando ogni parola scambiata con l’idiota. Nessuna complicita’. Osservando come la situazione si stesse srotolando sotto gli occhi di tutti.
Il tappeto era pronto, le luci anche. Io ero la padrona. Di casa e di tutto il resto.
L’idiota inconsapevole dopo un pò si è congedato. Lei spiazzata ha capito. Lui mi ha distrutto.
Io sola.

L’autunno è’ iniziato . Carico di buoni propositi . Non tutti

Non ho bevuto, non ho scopato, non mi sono nutrita di cibo spazzatura ( tranne una piccolissima merendina al cioccolato pochi minuti fa ) , non mi sono massacrata con pensieri autodistruttivi .
Tutto ciò è iniziato nei giorni scorsi .
Ho intrapreso una specie di dieta Dukan pur non avendone affatto bisogno, supportata dal l’occhio vigile di un’amica ex obesa , che ,convinta della bontà dello stile di vita intrapreso, mi controlla quotidianamente . Ho accettato .
Solo per convincermi che posso fare a meno delle tentazioni .
Si chiama “darsi una regolata ” forse.
E intanto non riesco a smettere di ascoltare quel maledetto di Biagio Antonacci. Lo odio
Possibile che non riesca mai a smettere di autoflaggellarmi?

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑