Cerca

ESTIKAZZI

Chiusa una porta, murala

Mese

maggio 2015

Faccio finta che tu non sia mai esistito, che non sia mai successo niente.

E funziona 

Non ho più pensato a te, tranne una mattina che ho indossato la maglietta che mi avevi regalato per andare a lavoro. Sei stato con me tutto il giorno. 

Ieri sera ho parlato di te, accade qualche volta, quando ho voglia di pensare che nella mia vita ci sia stato qualcosa di davvero straordinario.  Ed è’ allora che gli occhi mi brillano.  

Ma ora ho nostalgia di te e nel cuore un abisso. 

Annunci

Madness

Oggi ho imparato che esistono  limiti all’ umana sopportazione . Ed io li ho superati . Tutti. 

Investire il cento per cento sempre in ogni cosa logora da bestia  e reggere  vuol dire essere un equilibrista che  attaccato al trapezio rotea nell’aria senza neanche uno straccio di rete. 

Io sono così.  E purtroppo non riesco ad essere in nessun altro modo . Spingo tutto al limite ma ancora non mi spezzo. 

Oggi mi manchi più che in qualsiasi altro momento della mia stupidissima vita e non ho un solo modo , uno solo per farmi sentire da te.  O forse mi sentì ma sticazzi 

E tutto questo e’ crudele, assurdo, inspiegabile , triste 

Tu che sei parte di me . O solo quello che la mia mente si ostina ad immaginare . 

Solo una parola, una sola sarebbe sufficiente. Anzi no, l’oblio ci si addice 

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑