Cerca

ESTIKAZZI

Chiusa una porta, murala

Mese

maggio 2016

Quandoleie’triste

Non è facile farsi capire, si sa , per me poi resta ancora oggi la cosa più difficile del mondo . 

I miei  patetici tentativi di aiutare un amico in  difficoltà mi hanno solo portato a  non essere un’amica  ma solo una cattiva persona . Che è anche peggio. 

Essere alice nel paese delle meraviglie  ha significato caricarsi di  problemi altrui , passando per una falsa mistificatrice . Io . 

Aver aperto un varco nel mio granitico muro di cinismo non ha funzionato . 

Chiudere con tutto mi allontana dalla sofferenza . Ancora una volta non ho imparato la lezione . 

Quandoleie’mbriaca

Gli ho scritto ieri sera solo per fargli sapere che in quella foto aveva davvero una faccia da culo. Potevo evitare.

Non credevo avesse più il mio numero, proprio come io non avevo più il suo. Invece l’ho ritrovato e rimemorizzato.  Io. Et voilà, era proprio li. Lui.

Era la stessa identica persona di sempre. Insicuro, perplesso,egoistaperbenista , furbescamente vittima di chissà chi o cosa, manipolatore scaltro delle proprie inesistenti fobie. In una parola, un paraculo. Tutto in una piccola, insignificante foto.

Cosa mi ha spinto a scrivergli una cazzata così , tanto per puntargli un inutile indice contro agrattisse? Semplice, il Pampero.

Quandoleinondorme

E’ notte fonda e non riesco a dormire. Maledetta insonnia.

Cambio posizione di continuo: pancia sotto senza cuscino , di fianco abbracciando il cuscino. Niente 

Provo a conciliare il sonno utilizzando qualche bel ricordo ,noi due mezzi ubriachi in cucina, sul divano, tv, coccole e chiacchiere, mangiare bere e fare i conti ( sempre con se stessi) . Ora che ci penso riesco a malapena a ricordare il tuo sorriso che magari  non sarà più  neanche lo stesso. Amarezza.

Allora provo con Claudiolabestia, di noi a fare quattro risate , la sua pseudo affascinante filosofia da malato terminale, sempre troppo malato e sempre troppo egoista per ricavarci un ricordo buono. Amarezza.

Allora  allungo  una mano e  ti trovo li, il pelo caldo e morbido e sempre pronto per le coccole . Non ho dubbi

Un cane e’ per sempre . 

Forse non lo sai ma pure questo e’ amore

E’ stato solo ieri che ho finalmente capito com’è un uomo innamorato.

Enrico e’ un mio amico, conosciuto da circa un anno . Non è stata simpatia a prima vista . Tutt”altro. Ma quando ho capito che era solo un animale ferito  e non un vero stronzo, allora si, siamo diventati buoni amici.

La sua storia sfigata era simile alla mia, anzi, alle mie, il solito dejavu , lei ( o lui) che fugge e te che resti li a cercare di comprendere quello che in realtà già sai : non ti si caga neanche di striscio

Per  l’ennesima volta, il buon Enrico l’ha ospitata accogliendola nella sua casa e in tutta la sua vita, coccolandola ed amandola nel l’unico modo che conosce , con i suoi occhi felici, un sorriso tenero e tutto l’amore umanamente possibile.

Lui sa che tra poco sarà tutto finito , che per lei non è altro che  un amico che aiuta un’amica . Ma resta. Sta li ed aspetta che accada il miracolo, quell’unico misero miracolo che attende da sempre : essere ricambiato , con gli occhi  felici ,un sorriso tenero e tutto l’amore umanamente possibile.

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑